linea alta mini

De Reya

linea bassa mini

Famiglia decorata con il titolo di

Cavalieri

origine

Friuli

corona cavaliere

Antica Casata che ebbe l’investitura al rango di Cavalieri. Il Cavaliere era considerato un gentiluomo provato nelle armi, e investito della dignità cavalleresca. Nel medioevo si preparavano i fan­ciulli a ricevere questo onorifico appellativo sin dall’età di sette anni, questi fanciulli venivano tolti dalle proprie madri per sottometterli ad un’educazione robusta fra giuochi militari nel ca­stello paterno. Nel regno di Napoli chi dovea prendere il cin­golo, presentava i requisiti necessari, che consistevano nel provare essere disceso da cavalieri, come voleva la costituzione di Rug­gero I, confermata da Federico II; e di più, sotto gli Angioini, dovea provare che i suoi maggiori aveano contribuito alle collette e sovvenzioni coi nobili cavalieri. Anticamente il re solo poteva conferire la cavalleria, ma in seguito tutti i cavalieri ebbero il diritto di fare altrettanto; e gli e­letti restavano legati con essi tramite una specie di parentela, sicché mai per verun caso dovean portare le armi contro i signori che li aveano fatti cavalieri, altrimenti sarebbero stati reputati felloni ed infami. Ai cavalieri si dava il titolo di sire, se­re, messere, monsignore, e alle loro donne quello di madama, mentre le altre nobili chiamasi madamigelle. I cavalieri giuravano fedeltà al principe, al signore o al comune da cui aveano ricevuto il cingolo, obbligandosi a guerreggiare valorosamente per essi. Doveano inoltre so­stenere il debole contro il forte, evitare di parlare con malizia d’alcuno, ne usurpare l’altrui, né operare per avarizia o per vena­lità, ma per la gloria e l’onore. Aveano certi proverbi che reputavano come leggi inviolabili dell’onore: – Chi bene e male non sa soffrire, a grande onore non può venire; – Chi desidera caval d’oro, già ne ha in mano la briglia; – Buon cavaliere deve ferir alto e parlar basso;-Fe­rire per primo nelle mischie e parlare per ul­timo nelle adunanze. I cavalieri, per l’amore delle dame e per desiderio dì gloria, votavano le più pazze im­prese, e si davano alla vita avventuriera ed errante.

linea
Precedente
Successivo

NOBILIUM

La ricerca araldica denominata “Nobilium” si presenta stampata su due preziose carte pergamene vegetali in formato A4, che riportano: una le notizie storiche repertate nei nostri archivi, la descrizione araldica dello stemma ed i titoli e numeri di pagina delle fonti bibliografiche utilizzate al fine della ricerca; l’altra con l’antico stemma a colori della Casata. Le due pergamene sono racchiuse in una elegante cartellina.
EURO 199,00 spedizione compresa

Precedente
Successivo

MONOGRAFIA

La ricerca denominata “Monografia” è un’opera unica e completa, un volume da conservare e tramandare alle generazioni future. Ricerca Storica Araldica Nobiliare della Casata. Accurata descrizione del titolo nobiliare concesso – Accurata e fedele ricostruzione dello stemma a colori Trascrizione delle notizie storiche che hanno dato lustro alla Casata, copia di tutte le fonti bibliografiche utilizzate al fine della ricerca.
EURO 349,00 spedizione compresa

Precedente
Successivo

GRANDE STEMMA

Lo Stemma della Casata in “Grande Formato” (42 X 30 cm.) stampato a colori su una preziosa carta pergamena vegetale. Fedele delineo dell’antico stemma eseguito dai nostri abili miniaturisti, rispettando le ferree regole della disciplina “araldica”. A riprova del bello e del vero, troveremo citato al di sotto del cartiglio che riporta trascritto il cognome, il titolo della fonte bibliografica utilizzata per la ricostruzione dello stemma.
EURO 149,00 spedizione compresa

linea bassa

MODULO ORDINE

linea bassa