Lubelli

Famiglia decorata con il titolo di

Duchi

origine

Francia

Antica e Nobile Casata decorata con il titolo di Duchi. La forma latina dux viene dal verbo ducere, cioè “condurre” perchè i duchi erano anticamente condottieri o generali d’armata. Il titolo di duca sembra derivare dagli antichi tempi degli imperatori romani, e il primo che l’istituisse pare fosse Alessandro Severo. Cassiodoro, fà menzione di un Duca della Rezia, e sotto il regno di Costantino si trova un Duca della Sequania, un Duca della Germania, un Duca di Majenza, ecc. Il Codice Teodosiano, contiene queste parole: “Noi accordiamo l’esenzione dalle imposte a quelli che dopo aver terminato il loro servizio militare si sono mostrati degni d’essere elevati dalla nostra Serenità all’ onore ducale”. Gli Imperatori Greci, mandavano i Duchi a governare le città e provincie d’Italia, e troviamo quindi, i Duchi di Campania, di Napoli, di Gaeta, di Roma, d’Amalfi, di Venezia, ecc. I Longobardi ebbero duchi semi‑sovrani, soggetti all’autorità del re, quali i Duchi di Trento, di Vicenza, di Verona, di Bergamo, di Brescia, d’Ulfari, di Perugia, di Spoleto, di Benevento, d’Ivrea, di Torino, del Friuli. I Governatori di Milano si chiamavano Duchi. Carlo Magno non volle più dare il titolo di duca ai Governatori delle provincie italiane, infatti, sotto il suo regno si vede la denominazione di duca mischiata a quella di Conte; la prima per i reggitori delle provincie, la seconda per quelli delle città, benchè spesso si scambiassero e si confondessero tra loro. I Duchi da principio avevano il comando degli eserciti, sollevati nelle loro funzioni dai Conti, inoltre, amministravano la giustizia a nome dell’imperatore. Con gli anni, sorse un’ altra classe di Duchi, cioè i titolari di un feudo, che spesso non era nemmeno un castello, ma che sovente era una citta. I principi aragonesi ebbero in tanto pregio il titolo di Duca che lo preferirono a quello di Principe, infatti, il primogenito del re di Napoli s’intitolava Duca di Calabria. Ancor oggi i figli cadetti dei re della casa sabauda portano il titolo di Duca di Genova, Duca d’Aosta ecc. Il titolo di duca, ai tempi nostri è puramente onorifico, è maggiore a quello di conte e di marchese, ma minore a quello di principe. Col passare degli anni, s’accresce di giorno in giorno il numero di coloro che desiderano conoscere il proprio passato, le gesta e le glorie degli avi. Non a torto, Cicerone, famoso per antica sapienza, lasciò detto:

“Non conoscere ciò che accadde prima che nascessimo, è come rimanere sempre fanciulli”.

Precedente
Successivo

NOBILIUM

La ricerca araldica denominata “Nobilium” si presenta stampata su due preziose carte pergamene vegetali in formato A4, che riportano: una le notizie storiche repertate nei nostri archivi, la descrizione araldica dello stemma ed i titoli e numeri di pagina delle fonti bibliografiche utilizzate al fine della ricerca; l’altra con l’antico stemma a colori della Casata. Le due pergamene sono racchiuse in una elegante cartellina.
EURO 199,00 spedizione compresa

Precedente
Successivo

MONOGRAFIA

La ricerca denominata “Monografia” è un’opera unica e completa, un volume da conservare e tramandare alle generazioni future. Ricerca Storica Araldica Nobiliare della Casata. Accurata descrizione del titolo nobiliare concesso – Accurata e fedele ricostruzione dello stemma a colori Trascrizione delle notizie storiche che hanno dato lustro alla Casata, copia di tutte le fonti bibliografiche utilizzate al fine della ricerca.
EURO 349,00 spedizione compresa

Precedente
Successivo

GRANDE STEMMA

Lo Stemma della Casata in “Grande Formato” (42 X 30 cm.) stampato a colori su una preziosa carta pergamena vegetale. Fedele delineo dell’antico stemma eseguito dai nostri abili miniaturisti, rispettando le ferree regole della disciplina “araldica”. A riprova del bello e del vero, troveremo citato al di sotto del cartiglio che riporta trascritto il cognome, il titolo della fonte bibliografica utilizzata per la ricostruzione dello stemma.
EURO 149,00 spedizione compresa

MODULO ORDINE