Araldica - Archivio Storico Araldico Italiano - Araldica
linea

MAGNARIN

linea bassa
Magnarin Duca Delineo Ex Novo 1
linea

Antica e nobile casata di sicura origine nobile o notabile.

Le origini della famiglia Magnarin  si possono far risalire al XV secolo.

A quei tempi, la  famiglia era stanziata tra il Ducato di Milano, quello di Mantova e il Polesine, terra della Serenissima.

Fino alla conclusione del XVII secolo, la famiglia era ancora presente nel Veneto e in Lombardia, ma taluni rami si erano insediati anche a Modena e a Cingoli.

Seguendo le fortune di Venezia, i Magnarin si spostarono nei primi del XVIII secolo nelle terre che la Serenissima possedeva oltre il mare, e cioè, prima nella Isola di Veglia e, infine, tra Ottocento e Novecento, a Pola.

La città istriana venne lasciata dopo la II Guerra Mondiale.

Ora i Magnarin sono presenti a Roma, mentre vari altri rami hanno la loro dimora tra il Veneto e la Venezia Giulia.

Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi, a conferma di quanto appena scritto abbiamo i “Diarii di Marino Sanuto” avviati alle stampe nell’anno 1902.

Da queste opere al Tomo LVII e LVIII leggiamo chiaramente che il cognome Magnarin è anche letto con la forma Magnarini – Mangiarini – Magnavin – Magnavini – Mangiavini.

Un ramo di questa illustre casata, oggi presente in Roma, è rappresentato dal Prof. Eugenio Magnarin, nato a Roma il giorno 8 febbraio del 1959, figlio di Livio Magnarin e di Maria Concato, laureato in Lettere e in Geografia e docente di Geografia agli Istituti Superiori.

Grande viaggiatore e studioso delle scienze geografiche, si è anche distinto negli Studi arabo-islamici.

Per la dedizione e l’impegno profuso nell’attenzione alle esigenze delle giovani generazioni, attraverso il tangibile e significativo apporto culturale e divulgativo; in segno di apprezzamento e riconoscenza, viene riconosciuto al Prof. Magnarin il titolo di conte in data 26 luglio dell’anno 2012 ed in stessa data viene ascritto nel Registro della Nobiltà Italiana.

In data 14 settembre dell’anno 2019, per le stesse motivazioni più sopra scritte, S.A.S. Antonino V d’Este Orioles concede al Prof. Eugenio Magnarin il titolo di Duca e la qualifica di Don.

Riteniamo doveroso far notare a chi ci legge, che gli elementi esteriori, le bandiere a trofeo, non sono parte integrante dell’arme della famiglia Magnarin, ma stanno solo ad indicare le varie città dove i Magnarin ebbero dimora.

Mutano i tempi, le fortune si alternano, ma uno stemma, che sia nobiliare o gentilizio, è segno inequivocabile di onore e di fasto, e si perpetua nei secoli testimone di benemerenze acquisite e di diritti nella vita pubblica, civile e nazionale.

linea bassa