<-- INIZIO CODICE -->

Umberto I - Il Re Buono

UMBERTO I - Il Re Buono
1844-1900


Il 14 marzo 1844 venne alla luce in Torino, primogenito del Re Vittorio Emanuele II.

Fu allevato con dolce e virtuoso amore dalla madre Maria Adelaide e dalla nonna Maria Teresa, vedova di Carlo Alberto.

Varcò, sotto sì alta guida, la fanciullezza e fece rapidi progressi nelle scienze, nelle lettere e nell'arte militare in cui l'educavano valenti maestri.

Nel 1866, col fratello Amedeo, prese parte alle ostilità per la liberazione di Venezia.

Si segnalò particolarmente a Villafranca in cui subì l'assalto improvviso della cavalleria austriaca.

II 22 aprile 1868 sposò Margherita Maria Teresa Giovanna, principessa di Savoia, sua cugina, perché figlia di Ferdinando, duca di Genova, fratello a Vittorio Emanuele II, nata a Torino il 20 novembre 1851, spentasi a Bordighera il 4 gennaio 1926.

Ad atti di magnanima bontà si esplicò soprattutto l'azione di Umberto I nelle sciagure che colpirono il nostro paese: nell'inondazione in Lombardia Veneto nel 1882, nel terremoto di Casamicciola nel 1883, durante il colera nel Napolitano nel 1884.

Durante il regno di Umberto I furono compiute grandi opere pubbliche come il traforo del Moncenisio e del S. Gottardo; furono amplificate le reti ferroviarie e dato impulso ai commerci e alle industrie con le grandi esposizioni di Milano, Torino e Palermo, nonché istituiti premi alla navigazione per favorire il commercio, nonostante questo molto avesse a soffrire per la rottura delle relazioni con la Francia, avvenuta nel 1888.

Quando la Francia nel 1881, sorprendendo la buona fede italiana, occupò la Tunisia, consolidammo definitivamente il nostro orientamento politico verso l'Austria e la Germania, sottoscrivendo il 20 maggio 1882 il trattato della Triplice Alleanza, iniziando così il nostro ufficio di grande potenza prendendo parte al dibattito delle questioni internazionali.

Nel 1878 avevamo già partecipato al Congresso di Berlino per il riordinamento dei Balcani; così nel 1885 partecipammo alla Conferenza di Berlino per la colonizzazione dell'Africa.

Prendemmo parte all'azione internazionale in Cina, all'azione militare in Candia, alla costituzione della gendarmeria in Macedonia e ad altre manifestazioni internazionali.

Nello stesso 1885 sbarcava un nostro corpo di spedizione a Massaua per l'ottenuta cessione della baia d'Assab per fondarvi una colonia.

Fummo avversati con le armi, ma nonostante a Dogali nel gennaio 1887 ci colpisse una sconfitta militare, riuscimmo ad estendere la nostra dominazione sull'Altipiano di Asmara e nel 1889 stipulare con Menelik il trattato di Uccialli che stabiliva il nostro protettorato in Abissinia, limitato poi col trattato di Addis-Abeba dopo le dolorose vicende della susseguente guerra.

L'Italia fu funestata da aspre lotte di partiti e il paese attraversò un periodo critico di lotte che provocarono reazioni a cui decretarono resistenza i partiti di estrema sinistra.

E già il paese si avviava a saggia riforme economiche quando la Patria precipitò in un lutto improvviso.

La sera del 29 luglio 1900, Re Umberto, a Monza, ove si era recato ad un Congresso ginnastico, veniva proditoriamente ucciso da un anarchico nascosto fra la folla plaudente.

L'indescrivibile cordoglio di tutti gli italiani per l'inutile, bestiale ed esecrando delitto, ha cancellato l'orribile crimine, né mai si vide popolo sì contristato seguire il feretro del Suo Re.

Magnanima sorse, fra quell'universale esecrazione, la nobilissima figura della Vedova Regina a innalzare parole di pietà e di perdono.

Da quel funesto giorno, i Savoia non fecero più ingresso in Monza nella sontuosa villa circondata dall'immenso parco.

Sali al trono l'unico figlio Vittorio Emanuele III, Ferdinando Maria Gennaro, nato in Napoli l'11 novembre 1869, sposo il 24 ottobre 1896 alla principessa Elena del Montenegro, figlia di Nicola I Petrovich-Niegosch, Re del Montenegro, e della Regina Milena, nata Vucotitch.


Ritorna all'indice

Precedente Successivo

HOME PAGE

Pagina Iniziale Sezione Ricerche I Nostri Siti Partners Il Tuo Albero Genealogico Scrivici Al Costanzo Show Chi Siamo Pagamenti e Spedizioni Come Contattarci Varie e Nozioni Pagina Iniziale Sezione Ricerche I Siti Nostri Partners Il Tuo Albero Genealogico Al Costanzo Show Chi Siamo Pagamenti e Spedizioni Come Contattarci Varie e Nozioni Pagina Iniziale